mercoledì 30 dicembre 2009

NO MORE SORROW


"...dicono che chi pensa soffre di più
quindi la lacrima è più densa
cade al centro dell'oceano non va persa
confuso nella pioggia il pianto è melodia
risuona dolce e porta la malinconia ed il male via
una poesia può rallentare i battiti, ansia col contagocce
quando un pazzo con giudizio ha sollievo nel vizio
cercherò un nuovo alfabeto per andare oltre
alle parole e ai suoni se finiscono le sette note
ed asciugarti il viso, mandare in rewind la lacrima
per chi vive per me e anche per chi è attaccato a una macchina
scriverò la canzone più grande che c'è
per farti forza se ti succede qualcosa più grande di te
superficialità e materialismo vogliono affogarmi
le paure di non farcela puntano in faccia armi
resto un altro peccatore, dipende chi fa le regole (chi?)
se non sono un bastardo per gli altri resterò un debole.."

lunedì 21 dicembre 2009

il sogno americano


Stelle e striscie/ chi ferisce chi perisce/ chi vede lo capisce/ non ci crede se riunisce/ chi punisce/ chi non siede chiede pace/chi subisce altri pestaggi/ da chi sulle stragi tace/ in principio lo sterminio mascherato dietro ad un sogno/ il mirino sull'Apache nel momento del bisogno/ chi al cash muove la guerra/ non conserva nè divide/ chiude i sioux in una riserva/ vuole soldi ed in più uccide/ morti sulle spalle danno vita ad una nazione/ aumentano le stelle insieme ai campi di cotone/ crampi sulla schiena che si piega sotto il sole/ ma una voce ti rincuora mentre intona una canzone/ un nuovo ritmo nuove note nuove parole un altro Jingle/ l'invasore si frastorna e torna in barca da sconfitto/ Lincolm si radica nel Sud gli cambia faccia/ emancipa la schiavitù ma solo sulla carta/ stranieri fuori gioco/ un continente sotto il giogo/ chi osa ribellarsi sia freddato con il fuoco/ un nuovo ruolo che si scontra con l'impronta della sua anima/ monroe scommette in Messico e annette pure Panama/ Ed è così che vine al mondo una nuova potenza/ sullo sfondo un resoconto di cadaveri e violenza/ in origine fu crimine guerre sangue e bare/ la coscienza resa ipocrita all’arrivo del main flower/


La salvezza dell’europa dona illustria al proprio regno, Marshall trova il modo giusto per comprare il suo sostegno, a berlino l'ovest resta nelle le mani del regime, in giappone un carnal muore per le scorie radioattive/
L’importante è che i due mostri stiano sempre sulla vetta c’è chi piange ma non conta tanto questa è guerra fredda, la casa bianca prende decisioni in banca, il popolo in ipnosi è fuori per la meglio marca/
Il padrone ha mani in pasta, lavora e non si stanca, non ha il fiuto per gli affari perchè ha il naso nella bamba, il boss ingrassa tasca il mondo gira se si spegne cazzo gira ancora meglio senza Salvador Allende/
Ma la fovola non tende nella trappola le forti, la massa prende il mitra in riva alla baia dei porci, a Praga rossi sparano su giovani Zivago, palac muore in simultanea il negro escluso di Chicago/


All’erta chi diserta e non si addestra per il Vietnam, chi è partito per la guerra ora riposa sotto terra, il generale cerca Charlie come se fosse una gemma, vent’anni di battaglie e quel che resta è qualche stemma, il sol dell’avvenire non da più neppure un raggio e spegnendosi si scopre la sua maschera di ghiaccio, il comando è uno solo crolla un muro si alza un altro, il confine con il messico diventa sempre più alto, trast in bancarotta vende merce sottocosto, il conto non ritorna ma lo para il terzo mondo, ma d’ora in poi stia in guardia la potenza che molesta se il suo esercito bombarda l’islam gli fa la festa, tu per tu con l’ufficiale la mia mano è la più lesta, guardo il dito poi sorrido quando l’ho colpito in testa, copro il volto con la Keffiah in diretta su Al Jazeera, lancio keta al tank che arriva allenameto per la mira, la verità si offusca si cancella una cultura, in Iraq e in Palestina i fra hanno sempre più paura, eggià, e a chi ruba il grano si taglia una mano,
qui chi sbaglia va in galera e non è più un essere umano



Shott a Blow a chi ha le falangi sporche di sangue,
Shoot a Blow a chi lancia bombe per il contante,
Shoot a Blow a chi si difende quando si espande,
Shoot a Blow al boia che picchia dietro le sbarre,
Shoot a Blow a chi confeziona ed incarta niente,
Shoot a Blow a chi terroriza e sputa sentenze,
Shoot a Blow a chi padroneggia sull’occidente,
Shoot a Blow a chi globalizza le tue esigenze

lunedì 2 novembre 2009



IL POSTO DOVE VIVO:


Ehi, è la mia nazione, niente cambia qua,
Marra, Guè Pequeno, vi porto a fare un giro nella Bella Italia



E dovrei leggere il giornale e guardare il tg, in tv,
per accorgermi che stato e mafia sono intimi,
Dogo Gang, lo sanno già tutti,
Southfam, lo sanno già tutti,
il peggio è che lo sanno già tutti




l'ambientazione non cambia quando passiamo agli '80
quando è lo stato assassino, sai non esiste condanna
basta una botta di pala per insabbiare la trama
e tutti morti ammazzati dentro le stragi in Italia
poi la nuova alleanza tra politica e mala
la faccia buona e pulita, la mano armata e insanguinata
i pilastri di cemento con i cristiani dentro
l'acido e le vasche, e il primo pentimento
sono gli anni dei maxi processi, la verità viene a galla
lo stato primo assassino, strinse la mano alla mala,
e se volevi lavorare dovevi pagare
l'impiegato, il sindaco, l'appalto comunale





I nuovi clan del 90 sotto il nome d'azienda
i soldi sporchi riciclati dalle banche di Berna
la politica assassina che soffoca i cittadini
e ruba dallo stipendio per finanziare i partiti
i loro vizi esauditi col sangue degli operai
e i soldi delle pensioni che non bastano mai
12 teste al mese per ogni parlamentare
e 8000 euro all'anno per la fascia popolare
l'onorevole a puttane, l'ha detto il telegiornale
bamba pura di Colombia per l'alto parlamentare
tra i banchi di tribunale c'è chi ha rubato per fame
una vita di lavoro e 5 bocche da sfamare
ma la legge della Bella Italia valuta il prefisso
che davanti al nome è presidente o ministro
e non conta il reato, il verdetto è fisso,
non va dentro Barabba, sconta il povero Cristo



Non c'è il diavolo contro l'angelo che consiglia
L'alternativa per me è il diavolo o la scimmia
in testa ho merda, fogli in fretta, potere, droga e tette
come in Quirinale, il criminale che non si dimette
ho l'oro bianco al collo frà, ed è gelido come il mio cuore
devo inventarmi soldi, voi vi inventate storie
l'uomo di successo qui è il balordo legalizzato
(???) ci ha promesso che lui non si è mai drogato
la mafia e la politica frà andranno sempre insieme,
come al cesso mano nella mano le due amiche sceme
ed è per questo che molta della mia gente, no, non vota
nella merda frà ci nuota, mentre in tele svolta un altro idiota
questa è la Bella Italia, tira una bella raglia
faccia da galera del magnaccia sul Carrera
scorda i problemi, sogna il montepremi
il frà sul lastrico progetta fuga nel Sud-Est Asiatico

giovedì 8 ottobre 2009

D.O.G.O.


Il Dogo vuole meno stress più cash

e non averlo sta sul cazzo anche a te…


Il Dogo vuole meno sbirri più birre

alza il volume fai ballare le sgrille…


Il Dogo vuole meno chiese più case

in strada ci puntate col mirino laser…


Il Dogo vuole meno bombe e più pompe

fotti lo stato che si ingrassa e corrompe…

martedì 29 settembre 2009


Mi sento schiavo anche da libero e non passa più

dammi la chiave, tu dammi il passpartout

la scintilla vuole diventare uomo, l'uomo stella la stella

il sole, il sole Dio, non basta più

un sussurro vuole diventare suono,

espiro fumo azzurro ciò che voglio è ciò che sono

in ascensore per il cielo vado al settimo

guarda che vista, un piacere sintetico

chiave che tieni sotto la lingua,

tempo che tu la stringa tra le mie labbra

perchè questa rabbia si estingua

la giro nella toppa finchè poi non si sblocca

e non mi dici stoppa.

per l'aldilà aspetto

apriamo il lucchetto con la felicità in un sacchetto

e il ritorno è in data da definire

brucia con me come se il mondo stesse per finire...

venerdì 18 settembre 2009

Una volta sola


Questa è la storia di un ragazzo che sa quanto vale

Lui vuole distinguersi dalla gente normale

Crescendo ha visto il meglio e il peggio

Vuole disegnare il futuro, sfidare il destino e fargli uno sfregio

Vede chi dentro è un re restare zitto e prendere sputi

E gli schiavi vestiti bene parlare, ma a lui sembrano muti

Tiene stretti i sogni e mantiene i pensieri crudi

Tra la folla mentre aspetta alla fermata troppo minuti

Con la musica vuole colpire menti e cuori

E dopo il morire vivere ancora come gli scrittori

L’anima pesa solo 21 grammi

Voler sollevare troppo può causare drammi

La svolta è figlia di sbattimento

Lui non fa smorfie false non ha bugie nelle tasche tiene ben alto il mento

Finchè arriverà il momento, arriverà il suo tempo

E con le mani toccherà il firmamento


Se si vive una volta sola vivo col cuore in gola

Posso cambiare questa storia qua

E non posso aspettare ora

Tu devi fartela non è la vita che ti fa frà!

mercoledì 16 settembre 2009

C.D.


Lune:si assume
Marte:dammi la mia parte
Mercole:no regole
Giove:la crew muove
Venere:resta cenere
Sabato:l'occhio è rapido ancora in piedi
Domenica e il giorno dopo è replica



...lascia che ti porti dove ho perso l'innocenza

sognavo indipendenza

ma sono in dipendenza

nella città alba tramonto e viceversa

dove l'aria è viziata e più di un'anima si è persa...




tutto quello di cui ho bisogno..è un sogno

è solo un cazzo di sogno


tutti i giorni metto i sogni nei miei suoni qua

chiudo gli occhi e nella mano c'è la mia città

lo voglio ora sulla terra non nell'aldilà...

mercoledì 26 agosto 2009

la vita è una puttana..


mi hanno detto che la vita è una puttana,

non ti bacia e ti da il conto per la grana,

e mi tocca fare il figlio di puttana,

per svoltare nel locale più grana.


il dramma è quando non c'è business che mi chiama,

perchè la linea della vita è filigrana,

e mi hanno detto che la vita è una puttana,

te la fa pagare dall'inizio settimana.


in sbattimento per il nuovo emendamento,

gli agenti mi hanno chiesto pure il documento,

ma so che le sostanze son di gradimento,

a quei signori che siedono in parlamento,

e mi hanno detto che la vita è una puttana,

te la fa pagare dall'inizio settimana.


E mi hanno detto che la vita è una puttana,

non ti bacia e ti da il conto per la grana,

martedì 25 agosto 2009

tornerò da Re


sai che pure le più belle cose hanno una fine

ora in un letto di rose sei sdraiata sulle spine

da quassù tutta mia la città dì a mia mamma

stai calma stai tranqui e se la realtà cambia trama

dai un abbraccio ai veri amici che ho avuto

e dì a mio padre che mi scuso se ho deluso per come ho vissuto

ma se qua ho fatto male è solo un punto di vista

e se parlo male forse la parola giusta

che mi assolve è l'amore se non che uccide lentamente

perdona i miei nemici e tieni i nomi a mente

se vuoi muovere il mondo devi muoverti tu

stai su e ricorda che

(ricorda che)

quando ritornerò da te io

ci ritornerò da re

per raccontarti dei miei guai

dirti le cose che non sai se io

ritornerò da te

io ci ritornerò da re

se non ci rivedremo

mai allora avranno vinto i guai

venerdì 31 luglio 2009

J(oker) A(le)X live in Pusiano


27\07\09 Pusiano (CO) J-Ax live feat Marracash


...ma la storia la scrive sul libro sempre quello che ha vinto non serve un genio a capire che è tutto finto zio semplice istinto io...


...ma dove guardi guardi sembra sempre la strada sbagliata devi aver pronto a ogni momento una nuova trovata e non mi importa se mi dicono che è una cazzata...


Oggi ho la luna storta...e mi piace e sono ancora in botta...e mi piace sta vita brucia in fretta...e mi piace...


...Uno Di Noi! i miei cantanti mi gridano: J AX è Uno Di Noi e dopo a te ti infamano e dicono: Uno di Noi! mi gridano: J Ax è uno di noi!

giovedì 23 luglio 2009

Inferno


Andrò all'inferno come una rockstar

Sarà come ogni sera quando sono fatto al bar

Zio tavoli tra le fiamme

Diavoli si ma donne

Con mano li tra le gambe

Infuocano la mia carne

E' in paradiso che si rompono i coglioni fra

Stanno tutti buoni senza suoni senza le mie canzoni

E c'era posto a pagamento e non gli ho dato mai credito

Mi scotto tra le fiamme ma almeno io me lo merito

E' il posto perfetto per come sono

Non mi spaventa questa merda

L'inferno è una vacanza per me che l'inferno lo faccio in terra.

Non faccio la coda zio entro all'inferno da campione

E' una lingua di fuoco "si" non un raggio di sole

Perchè quassù ho scottato la gente con le parole

Frà vi porto i saluti di Belzebù

Voi peccate che io sto quaggiù

Perchè ho peccato un pò di più.

Quando muoio voglio andare all'inferno

Perchè mi han detto che è meglio cosi

Non vorrai mica vivere in eterno

Dicono tutti che il mio posto è li "eh eh"

E quello che voglio per me è svegliarmi ancora un'altro mattino

E non rendere conto a nessuno sbagliare di nuovo e non rimpiangere.

venerdì 10 luglio 2009

trappole


GUARDA SEMPRE PIU' IN LA
DI DOVE ARRIVANO GLI OCCHI
C'E' SEMPRE UN'ALTRA REALTA'
DIETRO I GESTI PIU' INNOQUI
EVITA TRAPPOLE TRAPPOLE TRAPPOLE
SI SONO TRAPPOLE TRAPPOLE TRAPPOLE
PRIMA DI DIRE SI
PRIMA DI DAR LE SPALLE FRA
PRIMA DI SCOPRIRTI
FERMATI A ESAMINARLE
TROVA LE TRAPPOLE TRAPPOLE TRAPPOLE
SI SONO TRAPPOLE TRAPPOLE TRAPPOLE
le lusinghe della gente sono trappole,
baciano la mano finchè non la possono tagliare
provano a fottermi
ma non sanno che gliela metto nel culo mentre sorrido
faccio finta di non capire
trappole ogni giorno
trappole mortali fra
quindi....
occhi aperti
....si....

lunedì 6 luglio 2009

2008\2009

la stagione 2008\2009 mi sta regalando grandissime soddisfazioni:




  • Campionato CSI serie C: 2°classificato (promosso in serie B) 20 reti in 23 gare

(Manara,Croci,Seminatore,Currò,Molteni,ISELLA,Agostinis,Lovisetto,Carboni,Venuto,Barletta)


  • Campionato La Talpa calcio a 5: 1°classificato con 33 reti in 18 gare

(Cortonesi,Colombo,Nezi,Montefusco,ISELLA,Corrias,Urdiales)


  • Torneo della Brunella calcio a 5: 2°classificato con 5 reti in 6 partite

(Manara,Croci,Molteni,ISELLA,Vanacore M.,Vanacore L.,Agostinis)


  • Toreneo di paletto a Masnago: 3°classificato con 3 reti in 4 gare

(Molteni,ISELLA,Agostinis B.,Arcuri)


  • Torneo Giugno OK calcio a 7: 1°classificato con 6 reti in 6 gare

(Cortonesi,Piazzon,Gatti,Bertoni,Trotta,ISELLA,Mentasti,Alini,Brusa,Montefusco)

  • Torneo 24 ore a Dumenza calcio a 7: eliminato ai quarti con 4 reti in 5 gare

(Cerizzi.Candiani,Gugliotta,Bongiorno,ISELLA,Vanacore,Borghi,Mombelli,Puppin,Palamara)

TOTALE : 62 presenze 71 reti

mercoledì 1 luglio 2009

marco pantani


Marco Pantani (13 gennaio 1970 - 14 febbraio 2004)


Ma dimmi che farai quando cala il successo
alla fine di tutto questo
e quando mi darai quello che mi hai promesso
alla fine di tutto questo
la gente che era qui si dimentica presto
alla fine di tutto questo
e come affronterai mille facce di gesso
alla fine di tutto questo
l'infinita leggerezza dell'essere famosi
quando fai mille prove non dormi e non riposi
se ti ritrovi in questi alberghi lussuosi
come Marco Pantani con in mano due dosi
con gli occhi esplosi
Fabri Fibra

venerdì 26 giugno 2009

bye bye Michael


Michael Joseph Jackson

si suona grande musica in paradiso....

..... jimi hendrix, freddie mercury, john lennon, pavarotti, bob marley, elvis presley, kurt cobain, jim morrison, fabrizio de andrè.....

e adesso anche il re del pop,

michael jackson...

grande musica in cielo...


sabato 20 giugno 2009

....skit....



Non sono io a non essere credibile
Non sono io a dovermi giustificare
Voi rinchiudete la gente,la fate ammattire nelle febbriche,
negli ospedali,nelle caserme
Io creo sogni, voi li uccidete
Io parlo sboccato,voi nemmeno parlate la nostra lingua
Ci lasciate li ai bordi
Ci fate vedere donne che non potremmo avere
posti dove non potremo entrare
cose che non potremo comprare.
non siete diversi da noi:ladri e puttane vestiti bene
Voi ci rubate il tempo,che è l'unica cosa che abbiamo
ci insegnate a tradirci,a non fidarci più l'uno dell'altro
voi spacciate certe droghe nelle farmacie
e ci arrestate se ne vendiamo altre
e noi ve lo lasciamo fare tutto questo
perchè nella vita non c'è mai scelta,tranne che in certi campi
ma mai in quelli importanti
Ma io non voglio essere un prodotto del mio ambiente
Voglio che il mio ambiente sia un mio prodotto

giovedì 18 giugno 2009

Immorale




Dovrei fare il salutare e salutare notti e bevute

lavorare e fare bambini ma poi vedo papà della mia età

con debiti e casini a volte qualcuno va dai vicini coi fucili

società che nuoce alla salute a me piace starne ai bordi

sputare quando ti sporgi

e che un tot di gente fraintenda il mio modo di pormi

e dare fastidio a chi non ha senso dell’umorismo



tutto quello che amo fare è immorale o illegale, ma perché?



È mangiare schifezze la puzza di sigarette

le feste con la figlia del dottore così mi scrive le ricette

amo il malox plus perché sono per il fast food

per le cuffie col bluetooth la super ganja le poker room

coi raggi gamma divento hulk questa fobia non la sento più

corro contro l’armageddon facendo su e in mano ho un coca e rum

padre perdona il mio peccato originale ma..



..tutto quello che amo fare è immorale o illegale, ma perché?



a me piace il rosso sangue quindi mi serve una ferita

tutto quello che mi piace fare mi fa sentire un po’ meno morto

e se mi fa male io me ne fotto

domenica 14 giugno 2009

Vecchia scuola



Io sono vecchia scuola...


...vecchia scuola come la prostituzione

l'alcol la droga sono in voga nei momenti di recessione...


... scusate ho sbagliato sono come Lapo

la differenza che a me non mi hanno beccato

e il mio babbo non ha una multinazionale

e quando vidi il cazzo corsi via dalle scale

facile usare com scusa la coca

mi piace la donna, sono vecchia scuola..


...l'anima ce l'hai, non si prende a nolo...

mercoledì 3 giugno 2009

Siete solo una manica di coglioni!!!
Sapete perché?
Perché non avete il fegato per stare dove vorreste stare.
Voi avete bisogno di gente come me,
vi serve la gente come me,
così potete puntare il vostro dito del cazzo e dire:
"Quello è un uomo cattivo".
Beh? E dopo come vi sentite, buoni?
Voi non siete buoni.
Sapete solo nascondervi, solo dire bugie.
Io non ho questo problema.
Io dico solo la verità, anche quando dico le bugie.
Con chi vi credete di fare la guerra?
State facendo la guerra a me?
Fate la guerra al numero 1!!!
Tu ti accontenti; io prendo tutto ciò che posso
Gli occhi non mentono mai.

martedì 2 giugno 2009

....quelli che ben pensano.....

il fine è solo l'utile, il mezzo ogni possibile,
la posta in gioco è massima, l'imperativo è vincere
e non far partecipare nessun altro,
nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro:
niente scrupoli o rispetto verso i propri simili
perchè gli ultimi saranno gli ultimi se i primi sono irraggiungibili.
Sono tanti arroganti coi più deboli, zerbini coi potenti,
Come lucertole si arrampicano, e se poi perdon la coda la ricomprano
vivon col timore di poter sembrare poveri,
quel che hanno ostentano e tutto il resto invidiano,
poi lo comprano in costante escalation col vicino costruiscono:
parton dal pratino e vanno fino in cielo,
han più parabole sul tetto che S.Marco nel Vangelo
Ognun per se, Dio per se,
mani che si stringono tra i banchi delle chiese alla domenica,
mani ipocrite, mani che fan cose che non si raccontano
altrimenti le altre mani chissà cosa pensano, si scandalizzano.
Mani che poi firman petizioni per lo sgombero,
mani lisce come olio di ricino, mani che brandiscon manganelli,
che farciscono gioielli, che si alzano alle spalle dei fratelli.
Quelli che la notte non si può girare più,
quelli che vanno a mignotte mentre i figli guardan la tv,
che vorrebbero dar fuoco ad ogni zingara
ma l'unica che accendono è quella che dà loro l'elemosina ogni sera,
quando mi nascondo sulla faccia oscura della loro luna nera...
Sono intorno a me ma non parlano con me...
Sono come me ma si sentono meglio...

domenica 31 maggio 2009

Leonardo


A te la panchina del MILAN


Leonardo (Niteroi, 5 settembre 1969), nella sua carriera di calciatore ha vestito tra le altre, le maglie di Valencia, Milan, San Paolo e Paris Saint-Germain.

CLUB

Cresce nel Flamengo, con cui esordisce nel campionato brasiliano a 18 anni nel 1987.

Tra il 1989 e il 1990 milita nel São Paulo, prima di passare al Valencia, nella primera divisione spagnola nel 1991.
Nel
1993 fa ritorno al São Paulo e vince la Coppa Intercontinentale battendo il Milan, ma si trasferisce quasi subito al Kashima Antlers (campionato giapponese).
Nel
1996 è acquistato dal Paris Saint-Germain, squadra della Ligue 1.

Dal 1998 al 2001 gioca 72 partite di campionato con il Milan, segnando 19 gol e vincendo lo scudetto 1999 da primo attore (27 presenze e 12 gol).

I frequenti infortuni nelle ultime due stagioni non gli permettono di mantenere un rendimento costante, così alla fine della stagione 2000-2001 decide di far ritorno in patria prima di concludere la carriera, dove gioca prima nel Flamengo e nel São Paulo.

NAZIONALE

Ha vinto il Mondiale 1994, nel quale, acconsentendo alla richiesta del CT Parreira, si è adattato a ricoprire l'insolito ruolo di terzino sinistro

Giocando da mezzapunta ha conquistato la Copa América e la Confederations Cup nel 1997, manifestazioni nelle quali Zagallo gli affidò la prestigiosa maglia numero 10.

POST

Molto attivo nel campo delle iniziative umanitarie, nel 1999 in Brasile ha dato vita alla Fundação Gol de Letra. È rimasto legato all'ambiente milanista, tanto da essere stato direttore della Fondazione Milan fino a maggio 2006.
Nella sua carriera è stato anche un consulente di calciomercato e Direttore Operazioni Area Tecnica del club rossonero nonché emissario per la società in Sudamerica tanto che ha contribuito a portare in
Italia Kaká, Pato e Thiago Silva Parla un italiano praticamente perfetto, che quasi cela le sue origini brasiliane, oltre a conoscere inglese, spagnolo, francese e - come da lui stesso dichiarato - "un po' di giapponese".

lunedì 25 maggio 2009

J(oker) A(le)X




...10 9 gli anni che non hai
son proprio quei due voti che non ti hanno dato mai
8 7 i pochi amici tuoi quelli che rimangono come tu 6
5 4 le ore che ora dormi com'è che ultimamente fai fatica a addormentarti
quando ti svegli al mattino ti riconosci più o meno sparisci piano piano
3 2 1 zero generazione a impatto zero
come la tracce lasciate sul nostro sentiero...


....noi non vogliamo saluti o auguri un altro numero in rubrica

noi vogliamo la carne, le labbra...


...ma non mi pento del passato come Don Riina,

non faccio il grosso come John Cena

e chi critica a gli stessi con cui poi affari combina

è come una vergine che spompina...



...la mattina dopo, in piedi, colazione col Rum...

Io non lo faccio soltanto per la grana o la gloria,

ma urlare LA VITA E' UNA TROIA, cambiare un pò la storia!

Mamma lo so che non sono come volevi...e mi spiace

è solo Rap n'roll...e mi piace!


...Oggi ho la luna storta...e mi piace

e sono ancora in botta...e mi piace

sta vita brucia in fretta...e mi piace...

venerdì 22 maggio 2009

il santo



Berrò birra tutta la notte

fino a non sentir la testa,
sono un giovane ragazzo,

poca cognizione in testa,
se esiste un dio nell'infinito,

spero pensi anche un po' a me,
ad un lurido reietto

che oggi vuole essere re.
Adesso è giunto il mio momento

verso la celebrazione,
la vescica che mi scoppia

e la testa nel pallone,
se l'aureola sta spuntando

vuol dire che ci son riuscito,
io sto diventando santo

perché bevo all'infinito.

giovedì 21 maggio 2009

il mondo dove vivo

Accusami di tutto io sono colpevole
a volte ho infierito su chi era più debole,
ho infranto delle regole,
non sono l’ideale che magari ti aspetti,
ma io rifletto in pieno il mondo dove vivo, specialmente i suoi difetti,
se è vero che si nasce puri poi ci si sporca crescendo,
è difficile restare puliti nuotando tentando di uscire dal fango,
sono io il primo a dire che sono sbagliato,
ma la mia condotta è il risultato di ciò che mi hanno insegnato,
che quindi almeno mi sia tolta la metà della colpa
che mi si faccia restituire almeno metà della merda raccolta,
c’è chi mi ha detto che i soldi non contano alla fine più di un tot,
a me sembra che la storia quaggiù giri tipo juke box,
se non infili la moneta non funziona, la musica non suona
e c’è ancora la persona con la zappa e quella con la corona,
quindi fin da piccolo ho capito che dovevo
fare quello che potevo
per arrampicarmi sulla vetta del mondo dove vivo;
Quindi io mi sbatto per la salute del mio pezzettino
che sommato a tutti gli altri dà risultato il mondo
rendo un posto migliore,
la mia vita e quella di chi mi sta accanto,
quindi sarebbe già un buon punto se tutti facessero altrettanto,
ma nel frattempo devo pensare alle regole che mi hanno fatto imparare,
a quella parte del codice da non tramandare,
che dice di difendere ciò che è mio
e che ti dice dopo vengano gli altri: prima io!
Io sono realista questo è il mondo dove vivo e se ne conosci un altro fammelo sapere.

domenica 17 maggio 2009

.........blow........

Dio santo!... com'è irrimediabilemente cambiata la mia vita.
É sempre l'ultimo giorno d'estate e io sono rimasto fuori al freddo senza una porta per rientrare.
Lo ammetto ho avuto una buona dose di momenti intensi!
Molti fanno grandi progetti e intato la vita gli sfugge dalle mani.
Nel corso della mia esistenza ho lasciato brandelli di cuore qui e la.
E ormai non me ne è rimasto abbastanza per tenermi in vita,
ma mi sforzo di sorridere
sapendo che la mia ambizione ha superato di gran lunga il mio talento.
Ormai non trovo più cavalli bianchi o belle donne alla mia porta.

Libri

LIBRI
Tutti i libri del mondo
non ti danno la felicità,
però in segreto
ti rinviano a te stesso.
Lì c'è tutto ciò di cui hai bisogno,
sole stelle luna.
Perché la luce che cercavi
vive dentro di te.
La saggezza che hai cercato
a lungo in biblioteca
ora brilla in ogni foglio,
perché adesso è tua.

giovedì 14 maggio 2009

NON SI MOLLA UN CAZZO RAGA!!!

Non so cosa dirvi davvero. Tre minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi. Ora noi, o risorgiamo come squadra, o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l'altro, sino alla disfatta.
Siamo all'inferno adesso, signori miei. Credetemi. E... possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi oppure aprirci la strada lottando verso la luce.
Possiamo scalare le pareti dell'inferno un centimetro alla volta.
Però tu lo impari solo quando quelle cose le cominci a perdere e scopri che la vita è un gioco di centimetri. Perché in entrambi questi giochi, il margine d'errore è ridottissimo.
Capitelo... Mezzo passo fatto un po' in anticipo o in ritardo e voi non ce la fate. Mezzo secondo troppo veloci o troppo lenti e mancate la palla.
Ma i centimetri che ci servono sono dappertutto, sono intorno a noi, ci sono in ogni break della partita, ad ogni minuto, ad ogni secondo. In questa squadra si combatte per un centimetro. In questa squadra massacriamo di fatica noi stessi e tutti quelli intorno a noi, per un centimetro.
Ci difendiamo con le unghie e con i denti per un centimetro.
Perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri, il totale allora farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, la differenza tra vivere e morire.
E voglio dirvi una cosa: in ogni scontro è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro. E io so che se potrò avere un'esistenza appagante sarà perché sono disposto ancora a battermi e a morire per quel centimetro. La nostra vita è tutta lì.
Ma io non posso obbligarvi a lottare! Dovrete guardare il compagno che avete accanto, guardarlo negli occhi.
Io scommetto che ci vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi. Che ci vedrete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui.
Questo è essere una squadra, signori miei!
Perciò... o noi risorgiamo adesso, come collettivo, o saremo annientati individualmente. È tutto quì.
Allora, che cosa volete fare?

martedì 12 maggio 2009

Sorriso

Stasera farò uno show a porta chiusa siamo io e te mia musa io porterò le rime e tu le fusa; vieni qui meraviglia vicini ciglia e ciglia con quella gonna fino alla caviglia io apro una bottiglia...


....anche se so che non sei te la mia anima gemella,
tu sei troppo bella,
o è un complimento scappa....


....io ti curerò perchè tu c'hai bisogno di ridere di gusto
e ti ringrazierò quando usciremo presto da un locale "giusto"
guarderò da giù il grattacielo dei tuoi tacchi mozzafiato
e ti domanderai se anche stavolta sono io quello sbagliato....


...Il tuo sorriso è il mio compenso ed è una roba insolita


J-AX & Jovanotti